mercoledì 29 marzo 2017

++ RACCOLTA A DOMICILIO DEI RIFIUTI INGOMBRANTI La maggioranza BOCCIA la proposta...lasciando una possibilità per il futuro ++



Nel Consiglio Comunale del 27 marzo è stata discussa la mozione del Portavoce del M5S, Gregorio Mammì, in cui si chiedeva all'Amministrazione di impegnarsi per garantire - in futuro - l'estensione del servizio di raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti a tutti i Cittadini.

L’estensione di questo servizio - attivo in centinaia di Comuni Italiani - avrebbe comportato molteplici effetti positivi, ad esempio: evitare l’abbandono dei rifiuti ingombranti; avvantaggiare l’utenza nel trasporto e smaltimento dei rifiuti; assicurare una corretta gestione di questa tipologia di rifiuti, garantendone il regolare smaltimento e favorendo - dove possibile - il recupero; evitare fenomeni delinquenziali; evitare situazioni dannose per l’ambiente.

Purtroppo, la maggioranza ha ritenuto di non votare a favore di questa proposta, ricorrendo a delle argomentazioni molto discutibili, come ad esempio:

QUESTO SERVIZIO É DISEDUCATIVO PER I CITTADINI
Sarebbe opportuno capire perché, invece, centinaia di Comuni (da Milano, a Roma, a Opera, a Lacchiarella) riescono a GARANTIRE alla cittadinanza questo tipo di servizio senza alcun problema.

I CITTADINI POTREBBERO COMPORTARSI MALE LASCIANDO I RIFIUTI IN GIRO PER IL PAESE
Sarebbe opportuno smettere di trattare i cittadini di Pieve Emanuele come degli incivili.
Su 15.000 abitanti la stra-grandissima maggioranza non abbandona rifiuti per divertimento o inciviltà.

LA MOZIONE NON SI PUÒ VOTARE PERCHÉ INFLUISCE NELL’IMMEDIATO SUI COSTI DELLA TA.RI.
La "mozione", come previsto dall’Art. 14 del Regolamento del Consiglio Comunale di Pieve Emanuele, non è altro che un semplice atto con il compito di dare un “indirizzo politico” al Sindaco e alla Giunta e, nel nostro caso, secondo i modi e tempi da concertare con gli Uffici.
L'approvazione di questo atto non avrebbe comportato - nell'immediato - alcun stravolgimento nel Comune, perchè si sarebbe dovuto seguire tutto l'iter presso gli uffici competenti, per arrivare ad una attuazione dell’indirizzo politico. A riprova di quanto sostenuto, si possono citare le mozioni del M5S Pieve Emanuele sulla "Tariffa Puntuale", sul “Baratto Amministrativo”, sul “Regolamento Spandimento Fanghi” presentate e approvate da mesi/anni, ma ancora non attuate per mancanza di volontà.


L'ARGOMENTO SI POTRÀ RIDISCUTERE
Se non ci hanno pensato in 5 anni di amministrazione del Paese perché dovrebbero farlo in futuro?
In caso, verranno messi alla prova.

Per concludere, probabilmente - per la maggioranza - una mozione presentata a dicembre (prima della campagna elettorale) e discussa a fine marzo potrebbe essere strumentalizzata contro l’Amministrazione. Purtroppo - per loro - questo retropensiero non appartiene al M5S Pieve Emanuele. Come dimostrato in questi 5 anni, l'intento era quello di condividere insieme dei principi politici, degli indirizzi per gli uffici e offrire qualcosa di positivo alla cittadinanza. 
L’estensione della raccolta a domicilio dei rifiuti ingombranti, per tutti i Cittadini, entrerà tra i punti del programma amministrativo 2017/2022 del M5S Pieve Emanuele e della Candidata Sindaco Silvia Buccafusca.

3 commenti:

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano  a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019.    Nel nuovo anno cont...