martedì 27 settembre 2016

No al taglio dei Servizi a Pieve Emanuele

Il 20 Luglio 2016 si è svolta l’Assemblea dei Sindaci ex Asl MI2 durante la quale è stata illustrata la “Revisione dell’assetto territoriale Ambulatoriale e Socio Sanitario” denominato EOS- Equità Omogeneità Sostenibilità, afferente alla nuova ASST Melegnano e Martesana. Il 7 settembre 2016 la stessa riorganizzazione è stata illustrata in commissione III di Regione Lombardia (Commissione Sanità e Politiche Sociali).
Dal documento si evince che nonostante un incremento di prestazioni erogate in alcuni poliambulatori e l’ampliamento degli orari di fruizione per gli utenti, è prevista anche una pesante revisione e ridistribuzione dell’offerta sanitaria e socio-sanitaria territoriale con la chiusura di 2 ospedali, 9 poliambulatori specialistici, 8 strutture socio sanitarie nell’intero territorio dell’ASST che tocca anche Pieve Emanuele con il trasferimento delle attività presso altre sedi.
Noi non siamo dei tecnici del settore ma questa decisione non ci convince!!
Il presidio sanitario in paese agevola soprattutto i soggetti deboli (anziani, donne in stato di gravidanza ecc) nella fruizione dei servizi erogati.
Il Movimento 5 Stelle Pieve Emanuele, tramite il suo Portavoce - Gregorio Mammì, ha presentato una mozione per chiedere al Consiglio Comunale di esprimere parere contrario alla “Revisione dell’assetto territoriale Ambulatoriale e Socio Sanitario” ed inoltre di dare mandato al Sindaco, in rappresentanza di tutti i cittadini e delle forze politiche presenti in Consiglio, a indurre la Direzione Generale, di concerto con i Sindaci dell’ASST Melegnano e Martesana, a ridiscutere l’assetto dei tagli proposti, promuovendo l’apertura sul territorio di nuovi servizi e il potenziamento di quelli esistenti, rilanciando l’offerta pubblica dei servizi perché sia di qualità e accessibile a tutti; ad attivarsi, avanzando anche proposte alternative, affinché vengano salvaguardati i servizi essenziali attualmente erogati a Pieve Emanuele.
Sappiamo che il Sindaco si è già attivato per capire gli sviluppi della vicenda ma pensiamo che sia giusto che il Consiglio Comunale si esprima in merito. Infatti, ieri sera, in Conferenza dei Capigruppo, tutte le forze politiche hanno condiviso l'intento della nostra mozione, pertanto si lavorerà nei prossimi giorni ad un testo comune che esprima chiaramente la volontà della comunità Pievese!

P.S.: Evitiamo volutamente in questo momento di addentrarci in considerazioni politiche sui governi nazionali e regionali che da anni continuano con la loro politica di tagli in favore dei "privati".

venerdì 16 settembre 2016

30 settembre - serata informativa sulla sorveglianza di quartiere

Alcune settimane fa abbiamo ragionato sulla possibile sperimentazione della sorveglianza di quartiere nel nostro comune (http://m5spieveemanuele.blogspot.it/2016/08/sicurezza-che-fare.html). L'idea prevede la creazione di una rete di gruppi Whatsapp attraverso la quale i cittadini osservano, controllano e segnalano. Dimostrazione pratica  di come una comunità di persone possa aiutarsi reciprocamente per il bene comune. Questa attività, praticata in alcuni comuni dell’hinterland milanese, sta consentendo di sventare numerosi furti. 
Per approfondire l'argomento e proporlo a istituzioni, associazioni e cittadini abbiamo organizzato, per venerdì 30 settembre - presso la Ex centrale termica, una serata informativa con il nostro portavoce - Gregorio Mammí,  Iolanda Nanni - portavoce in Regione Lombardia e Alberto Schiavone referente del progetto a Buccinasco.

martedì 6 settembre 2016

MUD 2015




                                     







Ennesimo FLOP sul tema rifiuti per la nostra impeccabile Amministrazione Comunale:
Sul sito della Camera di Commercio di Milano sono stati pubblicati i MUD, ovvero modelli attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dal comune e quelli smaltiti, avviati al recupero, trasportati o intermediati relativi all’anno 2015 (www.mi.camcom.it/dati-2015).
Dal report relativo alla percentuale di raccolta differenziata dei Comuni della Provincia di Milano (http://goo.gl/nM3NOG) si può notare come Pieve Emanuele continui ad arrancare affannosamente nelle ultime posizioni, preceduta solo da Assago, Basiglio, Cinisello Balsamo, Rozzano e Sesto San Giovanni.
Tutto questo ovviamente è solo il frutto delle politiche che questa Amministrazione Comunale, colpevolmente, NON ha voluto adottare in più di 4 anni comportando inutile dispendio di risorse per i cittadini oltre che danni in termini di tutela dell’ambiente e della salute.
Lo dimostra quanto successo con la nostra proposta di adozione della Tariffa Puntuale quando, dopo l’approvazione della mozione nel 2014, abbiamo assistito all’imbarazzante retromarcia del Sindaco con l’abbandono del progetto (http://goo.gl/Lyo34W).
Eppure, se leggiamo i dati sulla raccolta differenziata di alcuni Comuni della provincia di Milano, che utilizzano questo sistema, scopriamo che si arriva addirittura al 81,41% ad Albairate oppure al 71,89% a Magnago ma ormai abbiamo capito da tempo che la nostra Amministrazione è più interessata ad operazioni di maquillage in vista delle elezioni del 2017.

lunedì 5 settembre 2016

Appalti Pievesi..2015




























L'anno scorso ci siamo occupati di fornire un report (http://goo.gl/GHMu2x) sulla tipologia degli appalti affidati a imprese private dal Comune di Pieve Emanuele nel 2014. Dall'analisi si era potuto riscontrare che circa l'85% delle procedure svolte dagli uffici erano riconducibili ad "affidamenti diretti" ovvero procedure senza una reale "gara" "competizione" per aggiudicarsi l’appalto tra le migliori aziende private del settore.

Anche quest'anno abbiamo voluto provare di nuovo a controllare i dati messi a disposizione dall'Ente (http://goo.gl/7JhB07):
Gli appalti analizzati (312) sono solo quelli che riportano come data di inizio l'anno 2015 (abbiamo quindi escluso eventuali regolarizzazioni relative all'anno 2014).
Dagli appalti abbiamo sottratto spese come corsi di formazione, collocamento anziani, supporto educativo o affidamenti di minori (su cui torneremo in futuro) per la loro peculiarità.
Escludendo le spese descritte sopra si può notare (http://goo.gl/YZUNHH) che l’Amministrazione Comunale, nel corso del 2015, ha avviato circa 248 procedure per circa 5 milioni di euro di cui 214 (circa l’86%) aggiudicate con “Affidamento in Economia - Affidamento Diretto”, quindi in maniera discrezionale. Dall’elenco degli appalti si possono leggere numerose procedure che riguardano attività identiche che, però, stranamente sono spezzettate in più procedure durante l’anno. Si può notare, inoltre, come alcune imprese - ormai da anni - continuino a beneficiare quasi costantemente di "affidamenti diretti". 

Pertanto, anche quest’anno ci troviamo a dichiarare pubblicamente che non ci ritroviamo in questo modo di gestire l’amministrazione pubblica. Ribadiamo che un tale dispendio di risorse (umane ed economiche) per imbastire decine e decine di affidamenti diretti (che dovrebbero essere l’eccezione in caso di reale urgenza) sono controproducenti per un Ente quando, per accellerare i tempi di intervento, spesso vengono saltati dei passaggi previsti dalla Legge, come è emerso a maggio con il richiamo dell’Autorità Nazionale Anticorruzione al nostro Comune (http://goo.gl/4OvQi4), o come già emerso nel 2014 (http://goo.gl/CnkcWs).

Auspichiamo per il futuro l’abbandono dell’ "amministrare per emergenza", la programmazione delle attività e conseguentemente degli appalti, la riduzione delle procedure di "affidamento diretto" in favore delle "procedure aperte" garantendo veramente i principi di trasparenza, partecipazione e pubblicità e dando la possibilità di partecipare alle gare a più imprese possibile.
Siamo sicuri che tale "competizione", anche se di poco, abbasserebbe i prezzi di aggiudicazione e di conseguenza la spesa del Comune (e di noi cittadini).

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano  a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019.    Nel nuovo anno cont...