mercoledì 17 agosto 2016

Sicurezza? Che fare?


Sicurezza a Pieve Emanuele?

Che fare?
In queste settimane, sui gruppi social e sui quotidiani locali, sta ritrovando sempre più spazio il tema della "sicurezza".
In questi anni, il nostro gruppo consiliare si è occupato dell'argomento in più occasioni, per esempio: nel 2013 proponendo la razionalizzazione e implementazione del sistema di videosorveglianza del paese, andando a collaborare con la maggioranza - tramite la presentazione di emendamenti - per l'approvazione del regolamento dell'utilizzo della videosorveglianza, garantendo (pur con una posizione diversa) il sostegno ai vari progetti di "polizia intercomunale" che si sono succeduti negli anni.
Sempre con l'intento di collaborare con l'amministrazione su questi temi, che per noi sono trasversali, il 25/5/16 abbiamo chiesto al Sindaco (https://goo.gl/yTBywl) di farci un resoconto sul numero di furti nelle abitazioni, esercizi commerciali/artigianali; atti vandalici denunciati sia da privati che dal Comune; denunce per maltrattamenti o atti di violenza contro persone fisiche denunciati ed eventuali altri dati a disposizione per meglio inquadrare l’argomento sicurezza nel Comune di Pieve Emanuele.
Domande fatte, inoltre, per fornire ai cittadini una informazione puntuale e non affidata al "sentimento" del momento.
Purtroppo, dalla risposta del Sindaco del 23/6/16 (https://goo.gl/7t0DzV), si può dedurre che in questi anni non ci si è mai posto il problema di interfacciarsi con le altre istituzioni per avere i dati sull'argomento. E qui, la domanda che sorge spontanea è: 
ma su che base un'amministrazione sceglie e indirizza gli uffici senza il minimo dato? Questa domanda resterà per noi un mistero.
Tornando all'argomento, come gruppo consiliare, vorremmo proporre a Pieve Emanuele la sperimentazione della 
"Sorveglianza Di Quartiere" (http://goo.gl/1T2u2Z), ovvero una rete di gruppi Whatsapp attraverso la quale i cittadini osservano, controllano e segnalano. Dimostrazione pratica  di come una comunità di persone possa aiutarsi reciprocamente per il bene comune. Questa attività, praticata in alcuni comuni dell’hinterland milanese, sta consentendo di sventare numerosi furti. 
In generale saremmo orientati a proporre all'amministrazione di fare da organizzatore e supervisore di questa iniziativa ma volendo, alcuni quartieri, potrebbero già attivarsi autonomamente.
Se avete consigli sull'argomento vi chiediamo di inviarci una email su pieve5stelle1@gmail.com

Con questo post non vogliamo darci la spilla di "sceriffo", semplicemente pensiamo che l'amministrazione abbia il dovere di raccogliere i dati per poi valutare quali siano le scelte più opportune da fare per garantire un adeguato grado di sicurezza ai cittadini.

P.S.: ci è stata segnalata una APP utile a prevenire gli eventi di cui sopra. Se qualche condominio volesse iniziare ad usarla questo è il sito www.noruba.com

Nessun commento:

Posta un commento

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano  a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019.    Nel nuovo anno cont...