mercoledì 2 dicembre 2015

BARATTO AMMINISTRATIVO A PIEVE EMANUELE! Consiglio Comunale del 30-11-15



Lunedì 30 settembre il Consiglio Comunale, approvando la mozione presentata dal portavoce del M5S Pieve Emanuele – Gregorio Mammìsi è impegnato ad introdurre nel Comune di Pieve Emanuele il “Baratto Amministrativo”. 

Si tratta di una possibilità prevista dall’art. 24 della Legge n. 164 del 2014 che prevede che I comuni possono definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati   da  cittadini   singoli   o associati,  purché   individuati  in  relazione   al territorio   da riqualificare. Gli  interventi possono  riguardare  la  pulizia, la  manutenzione,  l’abbellimento di  aree  verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano.  In  relazione  alla tipologia  dei predetti  interventi,  i  comuni  possono  deliberare riduzioni  o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attività posta in essere.…”. 

Verranno avviati una serie di incontri nelle commissioni competenti per arrivare alla redazione di un apposito regolamento. In futuro, quindi, sarà possibile ricevere, in relazione al tipo di interventi effettuati per il Comune, delle riduzioni od esenzioni da tributi. Questo anche al fine di permettere ai cittadini residenti  in condizioni di difficoltà economica e/o lavorativa di usufruire di tale opportunità.


PS: Nel corso del Consiglio Comunale il M5S Pieve Emanuele ha:
- votato a favore sul punto riguardante la "adesione ed approvazione della Convenzione per la gestione in forma associata di iniziative e progetti relativi al servizio di Polizia Locale".
- votato contro l'approvazione dell’assestamento generale al Bilancio di Previsione 2015 e contestuale variazione n. 2 al Bilancio di Previsione per l’esercizio 2015.  Tra le varie modifiche si nota l'aumento della quota di mutui richiesti per l'anno 2015 che passano da 1.000.000,00 di euro a 2.000.000,00 di euro.
Per evitare strumentalizzazioni, su questo punto occorre precisare ancora una volta che, come già detto in altre comunicazioni, il nostro paese sta beneficiando, dall’anno scorso, di entrate “extra”, nonchè di lavori compensativi di soggetti privati come ad esempio: 
3.2 milioni di euro di opere di compensazione derivanti dalla convenzione per l’ampliamento Humanitas (già iniziati in alcune strade ilavori di Fizzonasco che il Sindaco tenta goffamente di far passare come lavori fatti dall’amministrazione comunale);1 milione di euro all’anno per 7 anni derivanti dalla convenzione per l’ampliamento Humanitas (contributo integrativo); 7.5 milioni di euro derivanti dal piano città-ministero (per centro polifunzionale via delle rose, rotonda zona industriale via delle rose, pista ciclabile via roma, nuova rotatoria su sp vigentina); entrate previste da alienazioni di beni pubblici di circa 700.000 euro; piano vendita delle aree 167; tassa di “soggiorno” per le strutture alberghiere; circa 500.000 euro di contributi statali per la messa in sicurezza di alcune scuole del territorio; 500.000 euro ogni 6 mesi per la causa riguardante Tolcinasco come dichiarato dall’Assessore competente nelle Commissioni e Consigli Comunali.
Bene, nonostante gli ingenti risparmi dovuti ai contributi ricevuti (che quindi non ha dovuto impegnare il Comune) e nonostante ci troviamo in un comune in cui i cittadini, a cui va un grande ringraziamento, si stanno ristrutturando AUTONOMAMENTE scuole, parchi e altri spazi pubblici, la giunta non riesce a fare nulla senza ricorrere ai mutui!
La domanda che sorge spontanea è:
ma senza questi contributi “extra” e senza il lodevole “aiuto” dei cittadini, in che condizioni sarebbe il nostro paese?
La risposta è che probabilmente il nostro comune sarebbe fallito, a causa di politici che da più di 20 anni (come il nostro Sindaco) attuano politiche disastrose, che ricadono sui cittadini, senza mai assumersene le responsabilità.
- votato contro l'aggiornamento del Programma Triennale degli investimenti e dei Lavori Pubblici per il triennio 2015/2017 e dell’elenco annuale per l’anno 2015. Per i motivi detti sopra non si è ritenuto di poter votare in maniera positiva quanto proposto. Mistero, dopo una serata in cui si è pianto miseria per le casse comunali, in relazione a chi si accollerà la spesa di 3.000.000,00 di euro per la manutenzione dei pali della luce; spesa che allo stato attuale verrà coperta da non meglio precisati "fondi comunali".

Nessun commento:

Posta un commento

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019

I portavoce del MoVimento 5 Stelle Pieve Emanuele augurano  a tutti i cittadini un sereno Natale ed un Felice 2019.    Nel nuovo anno cont...